MONREALE, UNA RACCOLTA D'ARTE CONTEMPORANEA ITALIANA

Pittore iperrealista, Renzo Rapacioli inquadra i frammenti di una narrazione minimale, gli attimi di una quotidianità, dove l’assenza della figura umana annuncia una sottile malinconia, o la percezione di una perdita.
Troviamo qui il particolare di un tavolino da bar in La Turbina, o il necessario per dipingere le pareti di un interno domestico, in Tinteggiatura.
L’attenzione nel riprodurre questi oggetti di uso comune, ne annulla la sostanziale banalità, liberando l’intrinseca poesia di un gesto appena compiuto, e quindi di essere portatori della storia e della memoria di un attimo condiviso.
Lavorando con acrilici e pastelli egli dimostra capacità tecniche di indiscutibile rigore, mostrando di conoscere i segreti della luce, delle sfumature, della riproduzione minuziosa dei dettagli, dove è proprio l’accuratezza ad annunciare l’indubbio carattere visionario della rappresentazione.

Paolo Levi - "MONREALE, UNA RACCOLTA D'ARTE CONTEMPORANEA ITALIANA" (nov. 2010)